Il pescato del Canevone - Dove mangiare il pesce a Rimini
Andarmangiando Cibo, viaggi, racconti
17484
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-17484,ajax_updown,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,side_area_uncovered_from_content,columns-4,qode-theme-ver-8.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

Il pescato del Canevone – Rimini

IL PESCATO DEL CANEVONE

via Tonini, 34 – 47921 Rimini

3663541510

www.ilpescatodelcanevone.it

C’è stato un inverno che andavamo spessissimo al Pescato del Canevone, quasi ogni venerdì, approfittando del ritorno di Paolo da Roma, per vederci e mangiare qualcosa insieme. Mangiavamo bene, anche se forse spendevamo un po’ troppo, ma era il nostro modo di andare sul sicuro. Poi, un paio di volte, qualcosa è andato storto e quello spendere un po’ troppo non è stato controbilanciato dal mangiare veramente bene e per un sacco di tempo non ci siamo più andati.

Nel frattempo il Canevone ha cambiato parzialmente gestione, passando in mano a Cristian, anche se molte cose sono rimaste le stesse, e così abbiamo fatto un nuovo tentativo, sempre noi quattro.

Il menu è ancora scritto sulla lavagna all’entrata.

Scegliamo di mangiare i crudi: mazzancolle, gamberi, cannolicchi, canocchie, carpaccio di tonno, carpaccio di muggine per tutti e due porzioni di carpaccio di baccalà.

Come secondo una porzione di fritto di bianchetti con cipolla di tropea e una di fritto di paranza con verdure.

Da bere una malvasia secca, Alba Robinia, a cavallo tra Italia e Slovenia, due bottiglie.

Il pesce crudo è buono, il fritto stuzzicante e vario, il vino consigliatoci da Cristian piacevole.

Robi vuole un dolce: mascarpone, budino al cioccolato, cannoli siciliani, semifreddi… Sceglie il budino. Io avrei assaggiato volentieri un cannolo, anche se so che non saranno mai come quelli di Duca o Assenza e, con questo pensiero in testa, desisto. Cristian, che ha sentito che mi sarebbe piaciuto assaggiare un cannolo, ne porta tre con il dolce di Robi.

Non vogliamo amari o digestivi, ma chiedo informazioni, perché mi incuriosisce, su un Fernet di Spadoni. Gentilmente Cristian ci porta un bicchiere da cui tutti bagniamo le labbra per assaggiarlo, e visto che c’è ci dà un altro bicchiere per il nocino. L’insistenza sugli amari, devo ammetterlo, mi infastidisce.

Note positive:  il frutto di bianchetti. Non si trova spesso ed era veramente gustoso.

Nota negativa: i tre cannoli, e in parte gli amari, nel conto. E’ vero, li abbiamo mangiati, ma non li abbiamo chiesti.

Provato il 1/05/2017

coperti 4

euro 218 210




Categoria
:), 2017, Francesca, Recensioni, Rimini, Ristoranti
Tag
Il pescato del Canevone, Ristoranti, Ristoranti di pesce, Ristoranti Rimini
Nessun commento

Scrivi un commento