Fluffosa alla liquirizia
Andarmangiando Cibo, viaggi, racconti
17672
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-17672,ajax_updown,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,side_area_uncovered_from_content,columns-4,qode-theme-ver-8.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

Fluffosa alla liquirizia

Le declinazioni della fluffosa sono innumerevoli… ah, non sapete cos’è una “fluffosa”? Allora rimediamo subito.
È una ciambella tipica americana sofficissima, ‘scioglievole’ e leggera che normalmente viene chiamata chiffon cake.
Poi, un gruppo di blogger italiano ha coniato il nuovo nome “fluffosa”, che rende davvero l’idea della sua consistenza particolare, e adesso tutti la chiamano così.
L’adoravo già prima che divenisse anche il soggetto di un bellissimo libro, Le fluffose di Monica Zacchia (che tra l’altro ho subito comprato), ma poi la febbre da fluffosa ha contagiato anche me e ne ho fatte un sacco.

Oggi ho provato una variante interessante alla liquirizia.
L’ho  preparata per il compleanno del figlio di una mia amica che adora la liquirizia: io volevo sperimentare la ricetta,così  le ho proposto di farla per la festa.
Ed ecco Sua Maestà Fluffosa nei suoi 12 cm di morbidezza inconfondibile e con un profumo intenso di liquirizia.
L’ho decorata con caramelle alla liquirizia per renderla adatta alla festa, ma credo proprio che farcita con un frosting al mascarpone e croccanti piccole meringhe sarebbe perfetta per una cena tra adulti.

Per fare la fluffosa alla liquirizia occorrono:

  • 170 g di farina 00
  • 200 g di zucchero semolato
  • 15 g di liquirizia in polvere
  • 80 g di olio di semi
  • 120 g di acqua tiepida
  • 4 uova bio
  • una bustina di lievito per dolci
  • una bustina di cremor Tartaro
  • un pizzico sale
  • caramelle varie alla liquirizia per decorare

In una ciotola capiente setacciate la farina, lo zucchero, la polvere di liquirizia, il lievito e il sale.

Amalgamate il tutto con una frusta.

Emulsionate l’acqua con l’olio di semi e versatela al centro della ciotola con gli ingredienti secchi.

Aggiungete anche i tuorli ed amalgamate il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo.
Montate gli albumi a neve con la bustina di cremor tartaro: fate attenzione a non montarli troppo, altrimenti la vostra torta non crescerà abbastanza. In generale, gli albumi vanno montati fino a quando sulle fruste compare il famoso “becco d’aquila”.

Riprendete poi la ciotola con il resto degli ingredienti.
Aggiungete gli albumi agli altri ingredienti, amalgamando per bene il tutto con una spatola, con movimenti delicati dal basso verso l’alto.

Versate l’impasto in uno stampo da chiffon cake , alto almeno 10 cm di 18 cm di diametro, e cuocete in forno statico a 160° C per circa un’ora e un quarto.
Sfornate la torta e lasciatela raffreddare capovolta, meglio se per tutta la notte.

Toglietela dallo stampo, se necessario aiutandovi con una spatola in silicone, decorate con le caramelle alla liquirizia e servite.

Buon dolce

Realizzazione e fotografie di Chiara Quadrelli




Categoria
Chiara, Dolci, Ricette
Tag
Chiara Quadrelli, Fluffosa alla liquerizia, Fluffose
Nessun commento

Scrivi un commento